Torna alla Home Page

 

Informazioni sulla mia attività radioamatoriale:

 

Non saprei proprio dire quando mi è nata la passione per la radio, si tratta probabilmente di qualcosa di innato (ricordo, infatti che da piccolo ero attratto da walkie-talkie radiosveglie, antenne e da qualsiasi altra cosa fosse alimentata elettricamente).

Fu così che intorno ai 10 anni in un periodo in cui nulla sapevo su resistenze, condensatori nè tanromeno sulla propagazione ionosferica conobbi un vecchio radioamatore (il suo nominativo era I1TF, ora non è più operativo) il quale mi raccontò di questi personaggi, chiamati radioamatori, i quali passavano il proprio tempo ad ascoltare segnali provenienti dal resto del mondo ed a collegarsi con altri radioamatori e quì compresi cosa avrei voluto fare da grande ( non sto mica scherzando, faccio ingegneria perchè ho il pallino delle antenne, mica per altro!!).

 

    Gli inizi:

Fino all'anno 1998 non ebbi modo, anzi, voglia, di dare l'esame per ottenere la patente da radioamatore, comunque feci una normale attività di SWL utilizzando un ricevitore JRC-NRD345.

Ero dedito all'ascolto di QSO radioamatoriali ma non disdegnavo l'ascolto di stazioni broadcasting straniere, soprattutto in lingua inglese.

Poi di botto decisi di ottenere questa benedetta patente ma, per via degli studi mi limitai a quella speciale, ottenendo di conseguenza la licenza con nominativo IW1FVD, che utilizzai pochissimo poichè la mia vera ambizione era l'ottenimento della patente ordinaria.

Nel Luglio 1999, a sorpresa mi ritrovai con un mese di vacanza inaspettato, dovuto ad una fortuna nell'andamento di alcuni esami all'università, così mi si presentò l'occasione per studiare il temuto CW. In meno di un mese fui a regime con le esigenze dell'esame ministeriale che superai con successo nel Dicembre di quell'anno.

La licenza giunse nel Maggio del 2000, il mio nominativo IZ1DSJ ora mi consentiva di operare nelle HF, era l'ora di attrezzare una stazione ricetrasmittente. Acquistai usati un ricetrasmettitore ICOM IC-756 ed una antenna verticale ECOMET HF-8 e cominciai ad ambientarmi.

Le comunicazioni che catturarono la mia attenzione furono quelle in PSK31, QPSK, MFSK, avendole studiate potevo provarle sul "campo" e questo mi consentì di capirle meglio, insieme alle problematiche di distorsione nelle comunicazioni HF, feci numerosi QSO e conobbi molti simpatici colleghi in tutta Europa, insomma avevo acquisito un certo feeling con queste metodologie di comunicazione, potevo dichiararmi contento!!

   La svolta:

Ciò nonostante non mi sentivo soddisfatto, c'era qualcosa che non quadrava, l'utilizzo del computer in queste comunicazioni e le facilitazioni dei messaggi testuali preregistrati rendevano ogni QSO uguale al precedente togliendo, a mio avviso, il contatto umano che la radio dovrebbe invece garantire, inoltre l'utilizzo di abbreviazioni proprie del CW costituivano una pulce all'orecchio che mi tormentava;

Fu così che la mattina del 2 Febbraio 2001 decisi di estrarre dal cassetto l'ormai dimenticato tasto verticale che avevo usato per la preparazione all'esame di telegrafia e di fare chiamata sulla frequenza di 14055 Khz, tanto per provare; Intanto in quel di Bakewell un radioamatore di nome Jesse e nominativo G4JIZ decise di rispondere alla mia lenta chiamata, non l'avesse mai fatto!!!

Scattò la molla che mi fece abbandonare qualsiasi altra attività nel mondo della radio: la stretta cooperazione tra il cervello e la radio, l'utilizzo di un codice che aveva alte caratteristiche prestazionali in termini di rapporto segnale/rumore e che per certi versi molto si avvicina alla trasmissione numerica più che la "semplice" trasmissione della voce, la necessità di un impegno notevole, l'incoraggiamento di esperti OM di tutta Europa durante numerosi QSO, mi fecero capire che il CW era l'unico modo di fare radio in maniera costruttiva, intelligente, a portata di tutti (ma solo quelli che vogliono farlo, senza la necessità di essere degli esperti tecnici), insomma, a mio avviso, l'unico modo per essere un vero radioamatore!!!

Molti QSO sono stati fatti da allora, la mia velocità è aumentata, ho effettuao il naturale passaggio al tasto automatco, il mio orecchio si è affinato fino a farmi copiare trasmissioni a velocità abbastanza elevate, tuttavia la strada è ancora lunga.

 

......

 

Torna alla Home Page